Pasquale Scimeca incontra gli studenti: "Un film tratto da Verga per combattere il lavoro minorile"

"Parole di Cinema" atto secondo: è la volta di Pasquale Scimeca. Dopo la proiezione del suo ultimo film "Rosso Malpelo", tratto dal celebre racconto di Giovanni Verga, Scimeca ha raccontato davanti a una sala gremita e attenta, la genesi del film che fa parte di un progetto volto ad aiutare 1.000 bambini costretti a lavorare in miniera nel Potosi in Bolivia.
Scimeca si riconferma autore impegnato nel sociale: sulla scia di "Placido Rizzotto" sull'omicidio del Segretario della Camera del Lavoro di Corleone, era infatti già nata una cooperativa che oggi produce vino e pasta dai terreni confiscati in Sicilia alla mafia.
"Rosso Malpelo", che uscirà in autunno nelle sale, è stato già visto in più di 100 scuole e l'intero incasso sarà devoluto per il progetto.Pasquale Scimeca "Il film - racconta Scimeca (nella foto) - è tutto girato in Sicilia, in quei luoghi dove una volta c'era il più grande bacino minerario dello zolfo d'Europa e dove oggi c'è un Parco naturale". "Si tratta di una storia tragica senza luogo né tempo", commenta il regista siciliano. Un film poetico, profondamente umano, realizzato "grazie all'impegno di tutti quelli che hanno deciso di lavorare al minimo sindacale". "L'arte è vita" - dice Scimeca - "e tutto quello che facciamo al di là di questo film per i bambini schiavi dell'America del Sud e di tutti i sud del mondo lo facciamo per ribaltare i valori di questa società".

    

Prossimo appuntamento lunedì 18 giugno alle 9.30 con Roberto Missiroli, montatore di "Come due coccodrilli" di Giacomo Campiotti

Partner

Organizzatori

Con il contributo di

Main Sponsor

In Collaborazione con

Con il Patrocinio di

Sponsor

Partner

Festival Partner

Scuole di Cinema Partner