Cala il sipario sul Napolifilmfestival, grande successo di pubblico al Filangieri

Circa 10.000 spettatori, oltre 100 proiezioni, sette incontri ravvicinati con le grandi star del cinema italiano e internazonale, cinque lezioni di cinema seguitissime dagli studenti universitari. E' con grandi numeri che cala oggi il sipario sulla IX edizione del Napolifilmfestival che ha assegnato il Vesuvio Award a Il vento fa il suo giro di Giorgio Diritti.
Il Filangieri è diventato per una settimana il fulcro culturale della città. Gande successo anche per gli ospiti: Joel ed Ethan Coen, Frances McDormand, Michele Placido, Abel Ferrara, Ferzan Ozpetek, Margherita Buy, Paola Cortellesi, Carlo Delle Piane e Antonio Catania, Alessandro Haber e Rocco Papaleo.

"Il cambio di location - spiega il direttore generale del Napolifilmfestival Davide Azzolini - sembra aver ulteriormente giovato alla crescita del Napolifilmfestival: sale gremite, pubblico soddisfatto, tanti film e ospiti di altissimo profilo. Il concorso Schermo Napoli è ormai un appuntamento irrinunciabile per fare ogni anno il punto sul fermento cinematografico napoletano. La presenza di Joel e Ethan Coen è stata credo uno dei momenti più alti della vita culturale della città negli ultimi anni e di questo siamo orgogliosi. Mi auguro che il lavoro del Napolifilmfestival e quello di tanti altri operatori nel campo culturale cittadino possano contribuire a smuovere Napoli dallo stato di torpore e rassegnazione nella quale è sprofondata ormai da tempo. La proposta di Michele Placido di organizzare nell'ambito del Napoliflmfestival annualmente gli stati generali del cinema italiano e del movimento dei 100 autori rappresenta un ulteriore stimolo per lavorare con entusiasmo all'edizione del decennale. Il 2008 ci vedrà uniti a Napoli Comicon nel progetto di un "superfestival" annuale che attraverserà il cinema, l'animazione, il fumetto e la fotografia."

Soddisfazione è stata espressa anche dal direttore artistico del NFF Mario Violini: "Questa nona edizione ha confermato l'apprezzamento del pubblico napoletano per il nostro lavoro e per la qualità dei film e dei documentari presentati nei concorsi. Quest'anno ho poi avuto la sensazione tangibile che il Napolifilmfestival sia entrato davvero nel tessuto culturale della città, trasformandosi in un evento atteso anche per i grandi ospiti. Per la prima volta, poi, il Concorso Europa-Mediterraneo è stato vinto da un film italiano, "Il vento fa il suo giro": questo a conferma della qualità del nostro cinema che emerge anche grazie a un festival indipendente come il nostro. E infatti proprio il Napolifilmfestival ha favorito l'uscita nelle sale napoletane dell'opera"

Partner

Organizzatori

Con il contributo di

Main Sponsor

In Collaborazione con

Con il Patrocinio di

Sponsor

Partner

Festival Partner

Scuole di Cinema Partner