Il NapoliFilmFestival scende in campo con Quick

Nel week-end dieci registi avranno 50 ore per girare un corto sulle opere d'arte conservate nei musei napoletani

Dieci giovani registi, i musei di Napoli, l'arte. Questi gli ingredienti della maratona di produzione cinematografica che il NapoliFilmFestival lancia per domani, sabato 9, e domenica 10 maggio, con il concorso Quick: i giovani registi iscritti dovranno infatti girare in 50 ore un cortometraggio da 5 minuti che abbia per tema un'opera d'arte conservata in uno dei musei della soprintendenza museale cittadina.

La maratona di produzione partirà domattina con il sorteggio che abbinerà ad ogni candidato un'opera d'arte: c'è chi dovrà concentrarsi sulla mostra di Gemito a Villa Pignatelli, chi sull'opera “Luna e l'altra” di Giancarlo Neri a Castel Sant'Elmo, chi, ancora, sulla sezione navale del Museo di San Martino recentemente riaperta. Una volta abbinato regista e opera, i concorrenti avranno tempo fino a lunedì mattina per girare il loro cortometraggio.

I film verranno poi presentati al NapoliFilmFestival (10-15 giugno, Castel Sant'Elmo) e giudicati da una giuria composta da Angela Tecce, direttrice di Castel Sant'Elmo, Giancarlo Giraud, dirigente dell'Agis Liguria, e Ruben Vuaran, rappresentante del festival cinematografico Gorizia Makin'Go a cui il NapoliFilmFestival si è ispirato per lanciare il concorso Quick.

Partner

Organizzatori

Con il contributo di

In Collaborazione con

Con il Patrocinio di

Sponsor

Partner

Festival Partner

Scuole di Cinema Partner