Mario Martone

Opere

Filmography of the director: 
Anno di produzione: 
2014
Titolo Opera: 
Il giovane favoloso
Anno di produzione: 
2010
Titolo Opera: 
Noi credevamo
Anno di produzione: 
2004
Titolo Opera: 
L'odore del sangue
Anno di produzione: 
1998
Titolo Opera: 
Teatro di guerra
Anno di produzione: 
1997
Titolo Opera: 
La salita, episodio del film collettivo I vesuviani
Anno di produzione: 
1995
Titolo Opera: 
L'amore molesto
Anno di produzione: 
1994
Titolo Opera: 
Antonio Mastronunzio pittore sannita, episodio del film collettivo Miracoli
Anno di produzione: 
1993
Titolo Opera: 
Rasoi
Anno di produzione: 
1992
Titolo Opera: 
Morte di un matematico napoletano

Mario Martone

Uno dei più rigorosi registi delle ultime generazioni, nasce a Napoli il 20 novembre 1959. A soli 16 anni mette in scena il suo primo spettacolo, Faust o la quadratura del cerchio e alla fine del 1977 grazie all’Università fonda un gruppo teatrale denominato Nobili di rosa che di lì ad altri due anni diventa “Falso movimento” (forse in omaggio al film di Wim Wenders) e rappresentano da Shakespeare a Brecht fino a Godard. Nel 1986 il gruppo si fonde con “Il teatro dei mutamenti” di Antonio Neiwiller e il “Teatro studio” di Caserta a cui fa capo Toni Servillo. Il nuovo gruppo si chiamerà “Teatri Uniti”. Il primo cortometraggio è del 1980 e due anni più tardi è la volta del documentario Foresta nera. Nel 1992 debutta nel lungometraggio di finzione Morte di un matematico napoletano presentato al Festival di Venezia e che riscuote successo sia dalla critica che per il pubblico. Dopo il mediometraggio Rasoi ispirato a un proprio lavoro teatrale partecipa con successo al Festival di Cannes con L’amore molesto che vincerà il David dio Donatello. Tra il 1994 e il 1997 prima e dopo L’amore molesto partecipa a due lavori collettivi : Miracoli e I vesuviani. Lavora ancora a teatro e poi nel 1998 dirige Teatro di guerra che arriva al Festival di Cannes nella sezione “Un certainregard”. Da questo momento in poi si dedica più al teatro e ai documentari che al cinema di finzione e solo nel 2004 esce L’odore del sangue dal romanzo di Goffredo Parise e interpretato da Fanny Ardant e Michele Placido. Altri sei anni per un progetto ambizioso, Noi credevamo, con un grosso budget il film viene presentato aila Mostra di Venezia e al Festival di Torino nella versione integrale di tre ore e mezzo. Nella distribuzione al pubblico però viene tagliato di 35 minuti e essendo un film difficile non ottiene grandi incassi, nonostante ciò la critica è con lui e il film vincerà molti David di Donatello. La rivincita avverrà nel 2014 quando l’uscita di Il giovane favoloso sulla vita di Giacomo Leopardi otterrà successo alla Mostra di Venezia e incassa oltre 7 milioni di euro. Una carriera quella di Martone che alterna oltre al teatro e al cinema anche l’Opera tra i lavori ricordiamo al Teatro alla Scala di Milano nel 2011 una Cavalleria Rusticana con il tenore Salvatore Licitra accoppiata con I pagliacci di Leoncavallo con José Cura.

Partner

Organizzatori

Con il contributo di

In Collaborazione con

Con il Patrocinio di

Sponsor

Partner

Festival Partner

Scuole di Cinema Partner