Viridiana

Titolo internazionale: 
Anno: 
(Mex/Fra, 1961, 90') v.o. sott. it. Drammatico Martedì 1 h 17,00 ICN Ingresso libero   Viridiana è una novizia che, in attesa di andare in convento, deve passare del tempo con lo zio. Questi però vede in lei l'immagine della moglie e dopo aver invano chiesto di sposarlo e di mettere il vestito da sposa della defunta moglie desidera violentarla. All'ultimo però non trova il coraggio e il mattino dopo le mente per non farla partire. Poi ritratta ma lei non gli crede. Parte per il convento, nonostante creda di aver perso la verginità, ma alla fermata dell'autobus viene a sapere che lui si è impiccato. Ha lasciato tutti i suoi averi a lei e a Jorge, suo figlio illegittimo. Anche lui cerca invano di violentarla ma lei lo perdona. Si susseguono delle scene surreali compresa la disposizione dell'Ultima Cena di Da Vinci che ha fatto rabbrividire le autorità cattoliche dell'epoca. Essa viene costruita dopo che dei mendicanti giunti nella casa temporaneamente deserta mangiano ciò che trovano e finiscono con un'orgia e riunendosi alla lunga tavola. Jorge e Viridiana sono tornati a casa e vengono aggrediti dai mendicanti, cercano di violentarla mentre Jorge è tramortito ma svegliatosi in tempo la salva. Bunuel ammise più tardi che assieme a L'età dell'oro è la pellicola in cui ha avuto la più grande libertà di regia. Uscito in epoca franchista il film non riceve il permesso della censura per via di un primo finale della sceneggiatura. Il regista aveva previsto che Viridiana bussava alla camera da letto di Jorge e poi la chiudeva dietro di sé. Bunuel obbedì cambiandolo: Viridiana bussa, Jorge le dice che sta giocando a carte con Ramona e la invità a giocare con loro. Ovvio che con il gioco di carte a tre fa riferimento a un menage a trois, la censura però non se ne accorse e lasciò passare. Bunuel fa anche una citazione da La donna che visse due volte di Hitchcock quando lo zio mette il vestito da sposa dell'ex moglie alla nipote come James Stewart fa mettere il vestito da sposa dell'ex moglie a Kim Novak. E' il primo film realizzato in Spagna dopo l'esilio volontario in Messico dove però dovrà ritornare a girare a causa dell'accoglienza di Viridiana.

Partner

Organizzatori

Con il contributo di

In Collaborazione con

Con il Patrocinio di

Sponsor

Partner

Festival Partner

Scuole di Cinema Partner