I premi della X edizione del NapoliFilmFestival

CONCORSO EUROPA, MEDITERRANEO

La giuria composta da Mario Mazzarotto, Paola Papi, Franco Zuliani
assegna il

VESUVIO AWARD

al film

“LA MAISON JAUNE”

di Amor Akkar

Per la capacità d'espressione di sentimenti profondi, per l'efficacia di un racconto poetico di una dolorosa perdita e della riconquista amorevole della serenità. Con stile preciso e determinata semplicità, l'autore riesce felicemente a raccontare la dignità e la solidarietà di un popolo distante, ma vicino per comunanza di valori e universale sentire.

CONCORSO NUOVO CINEMA ITALIA

La giuria composta da studenti di cinema provenienti dalle università di tutta Italia

assegna

- il VESUVIO AWARD

- il PREMIO TECHNICOLOR
(consistente nella stampa di 5 copie di positivo colore utilizzabili esclusivamente per la distribuzione del lungometraggio vincitore)

- il PREMIO MUSIC FEEL
(consistente nella composizione delle musiche originali per il prossimo lavoro del regista vincitore offerta)

al film

“SFIORARSI”

di Angelo Orlando

Per la sensibilità nel raccontare, attraverso sottili intuizioni visive, l'incontrarsi e l'ineluttabilità di sfuggirsi. Uno sguardo sulle difficoltà di risolvere le relazioni. “Sfiorarsi” ha con sé echi di cinema francese e interpretazioni incisive e raffinate. Sfuggente, complesso, con un tocco poetico non dà soluzioni, ma lascia allo spettatore la libertà di interrogarsi. Un film autentico che indica nuove vie espressive per il cinema italiano.

CONCORSO SCHERMONAPOLI DOCUMENTARI

La giuria composta da Gianfilippo Pedote, Lorenzo Hendel, Raffaele Brunetti

assegna

- il VESUVIO AWARD a:

  “MISSING NEW ORLEANS”

di Simona Tili

Per l'originalità e la semplicità con cui racconta una vicenda catastrofica attraverso le toccanti testimonianze dei sopravvissuti, e per la particolare cura delle immagini e del suono.

- il PREMIO SUB-TI
(consistente nel sottotitolaggio di un documentario in una lingua europea
- traduzione e spotting con timecode senza stampa laser
) a:

“PUGNI”

di Lorenzo Cioffi

- il PREMIO “VIP Edizioni Grafiche”
(consistente in 16 ore di postproduzione) a:
“IL PRINCIPE E LA STREGA”

di Sebastiano Mazzillo

CONCORSO SCHERMONAPOLI CORTI

La giuria composta da Alice Sivo, Marcella Perugini, Antonino De Pace

assegna

- il VESUVIO AWARD

- Una delle seguenti opzioni da richiedere presso Technicolor:
a) riversamento su digital betacam da negativo originale
b) sviluppo fino a 2.000 metri di pellicola 35mm e telecinema luce unica
c) sviluppo fino a 1.000 metri di pellicola 16mm e telecinema luce unica

al cortometraggio

“FUORI USO”

di Francesco Prisco

Per avere raccontato una condizione di alienazione psicologica e sociale con efficacia. Per essere riuscito a mantenere la suspense sino al ribaltamento della storia.

- il PREMIO FUJI (1.500 euro in prodotti Fuji Motion Picture) a

  “UNO SCIPPO”

di Alfonso Postiglione

Per essere riuscito a guardare alla questione dell'immigrazione da un punto di vista originale, ribaltando, attraverso lo sguardo di un bambino, la paura fiabesca dell'“uomo nero”.

MENZIONE SPECIALE a:

  “IO SONO MOLTO LEGGENDA”

di Francesco Capaldo

Per essere riuscito a trasferire i miti hollywoodiani nel contesto sociale di Napoli trattando uno scottante tema di cronaca con leggerezza ed ironia.

PREMIO FRANCO SANTANIELLO 2008

La giuria, composta da Angelo Cannavacciuolo, Lamberto Lambertini e Peppe Lanzetta

attribuisce il

premio “migliore sceneggiatura”
(consistente in una scultura di alluminio patinato dal titolo “Cinematica spaziale” di Alfredo Raiola) a:

  “L'ALTRO”

di Ciro D'Emilio

Per la capacità di trasformare l'immaginario dell' ”altro” in qualcosa di inaspettato, toccando con molto realismo e crudeltà visionaria problemi di grande attualità apparentemente distanti con i quali, invece, ci tocca fare i conti quotidianamente.

MENZIONE SPECIALE a:

  “BREAKLOVE”

di Giovanni Piperno

Non solo per la complessiva qualità della narrazione, ma anche perché riesce a raccontare Napoli come speranza di felicità futura.

PREMIO ARIANNA

Il premio Arianna, indetto per il primo anno dal corso di laurea in Lingue Culture e Istituzioni dei Paesi del Mediterraneo dell'Università degli studi di Napoli “L'Orientale” dedicato alla sezione Corti Mediterranei viene assegnato al cortometraggio turco

  “BENDE SIRA- ICH BIN DRAN!”

di Ismet Ergun

La semplicità e la forte componente poetica del lavoro, lo sguardo dell'infanzia sul mondo e la volontà di inseguire i sogni, fanno di questo corto un piccolo capolavoro che, per essere compreso, non ha bisogno nemmeno della sottotitolatura, facendo dei sogni appunto e, per traslato, del linguaggio del cinema, un linguaggio universale.

Partner

Organizzatori

Con il contributo di

In Collaborazione con

Con il Patrocinio di

Sponsor

Partner

Festival Partner

Scuole di Cinema Partner