Marco Calvise

Dati tecnici

Lingua Originale: 
Italiano
Categoria: 

Credits principali

Produzione: 
Marco Calvise e Nicoletta Cataldo
Tipo di produzione: 
Distribuito: 
No

Cast e credits

Interpreti principali: 
Francesco Carnelutti, Alessandra Costanzo, Domitilla D’Amico
Soggetto: 
Calvise, Carnelutti
Scenografia: 
Matteo Cecconi
Sceneggiatura: 
Calvise, Savinelli
Montaggio: 
Rosa Santoro
Musiche: 
Gianfranco Marongiù
Costumi: 
Francesca Sciuga
Fotografia: 
Federico Annicchiarico

Non temere

Anno: 
Altre rassegne: 
Genere: 
Durata: 
20min
Nazione: 
Italia
Anno di produzione: 
2 016
Giuseppe, malato di Alzheimer ad uno stadio avanzato, è ricoverato in una clinica. Questo è il racconto di una sua giornata, della sua routine, della sua realtà sempre uguale a se stessa, di ogni cosa vissuta sempre come fosse la prima volta.Come ogni mattina un' infermiera entra nella stanza di Giuseppe per svegliarlo, ma quel giorno Giuseppe ha già gli occhi aperti, ansima, agitato da un inquietante incubo. Così comincia la sua giornata. In mensa, Giuseppe è seduto e gli si avvicina Anna, sua moglie, ma lui non la riconosce. La comunicazione si sviluppa solo attraverso il sentire e le emozioni, poco spazio hanno le parole di Anna, che non riescono a penetrate in quel mondo in cui Giuseppe è rinchiuso. Giulia, la figlia di Giuseppe, mettendo da parte il suo dolore, riesce ad entrare in quel mondo. Lo fa attraverso la musica ed un vecchio diario, dove Giuseppe scriveva le sue cose. Sfogliando il diario il morbo prende forma. Più le pagine scorrono e più la scrittura si fa incerta, disordinata, più rada, fino a diventare incomprensibile. In fondo, le pagine bianche segnano il punto di non ritorno. Padre e figlia si guardano negli occhi perdendosi l'uno nell'altra. L'ultima pagina, prima del vuoto, nasconde l’ultimo messaggio di Giuseppe.

Partner

Organizzatori

Con il contributo di

In Collaborazione con

Con il Patrocinio di

Sponsor

Partner

Festival Partner

Scuole di Cinema Partner